E-mail Stampa PDF

Nicola Pellicani, candidato nella lista Casson, visita il Mercato Ittico

Pubblichiamo l'articolo di Nicola Pellicani, 
capolista della lista Casson,
risultato della sua visita al Mercato Ittico del Tronchetto
.

Oggi prima dell'alba ero al Tronchetto. Ho voluto incontrare gli oeratori del Mercato Ittico e discutere con loro, Sono più di mille gli "invisibili" che operano durante la notte. In pochi conoscono i disagi che devono affrontare tutti i giorni, a partire dalla struttura obsoleta che ospita il mercato.

L'emergenza oggi è risolvere il problema del parcheggio. Ogni notte davanti all'ingresso del mercato si crea un ingorgo di mezzi ingovernabile: camion, furgoni e auto in sosta selvaggia. Dove avvengono le operazioni di carico e scarico della merce si patisce una situazione di insicurezza e di rischio (lo vedete nelle foto allegate). Per questo gli operatori hanno indetto una protesta che bloccherà le attività del mercato martedì 26 maggio. Una protesta legittima e condivisibile, visto che da anni non si riesce a risolvere una questione che, ricordo, interessa il secondo mercato ittico d'Italia per importanza e per volume d'affari. Qualche giorno fa Veritas ha avanzato una proposta che prevede la possibilità di attivare delle convenzioni con alcune società che dispongono di parcheggi al Tronchetto (Nethun, VTP, Scalo Fluviale), ma gli operatori le ritengono troppo onerose.

E' dovere dell'amministrazione comunale affrontare il problema, puntando alla riqualificazione della zona e della stessa struttura, aprendo un confronto reale con gli operatori, i quali rappresentano una realtà fondamentale per la vita sociale ed economica della città.

Già nel corso delle primari mi ero recato a fare visita agli operatori per rendermi conto della situazione, oggi sono tornato per proseguire e approfondire il dialogo. Il mercato ittico è un mercato storico, una delle attività strategiche dell'economia veneziana. Da troppo tempo si parla di rinnovare e ampliare la sede dell'ittico, ma nulla è ancora stato fatto. E' giunta l'ora di pensare ad una riqualificazione radicale.

Nicola Pellicani

Ultimo aggiornamento Giovedì 21 Maggio 2015 21:08
E-mail Stampa PDF

DA "La Nuova Venezia" DI SABATO 22 OTTOBRE 2011

 

Tronchetto, accuse a Veritas

Gli operatori indignati dopo l’esposto inviato al sindaco: «E’ un pretesto»

Minacce, intimidazioni, clima pesante. Ma gli operatori del Mercato Ittico non ci stanno. E respingono in toto le accuse del direttore generale di Veritas Andrea Razzini, che aveva inviato un rapporto al sindaco Orsoni chiedendo l’intervento della Procura. «Siamo veramente indignati per quanto è successo», attacca il presidente dei grossisti Furio Stentella, «si è deciso di mettere in cattiva luce gente che lavora sodo, enfatizzando singoli episodi che vanno attribuiti sicuramente a qualche testa calda». «Fatto ancor più grave», accusa Stentella, «perché ad accusarci è proprio il gestore del mercato, colui che dovrebbe far funzionare tutto bene». Invece, continuano gli operatori dell’Isola Nuova, i dipendenti di Veritas che dovrebbero mettere i gorssisti in condizione di fare decentemente il loro lavoro non si vedono molto spesso al Tronchetto. «Il direttore molti di noi non lo conoscono», dicono. E insistono: «Questo è il nostro luogo di lavoro da decenni, Non vorremmo che si trattasse di un pretesto per giustificare qualche altra operazione». Insomma, Veritas sarebbe secondo i grossisiti «forte con i deboli, debole coi forti». E le macchine strisciate con l’acido, le minacce, i coltelli? «Anche a me hanno strisciato la macchina», allarga le braccia il presidente della categoria», ma non possiamo scambiare l’atto di qualche cretino con la situazione generale». Quello che di cui ci sarebbe davvero bisogno, dicono a una sola voce gli operatori, sarebbe maggiore attenzione al mercato, che ha bisogno di interventi di manutenzione urgenti.(a.v.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

22 ottobre 2011
Ultimo aggiornamento Lunedì 24 Ottobre 2011 15:37
E-mail Stampa PDF

Visita pastorale in camera di commercio

Il Patriarca sulla crisi <<Occorre fare squadra in un disegno preciso>>

Un discorso sulla necessità di fare squadra. <<Altrimenti, sarebbe come se avessimo delle tessere di mosaico preziose, ma sparpagliate, senza un disegno preciso>>. Ha concluso così il Patriarca Angelo Scola, alla Camera di Commercio. Una visita pastorale che ha visto intervenire esponenti della giunta comunale, imprenditori, ma anche piccoli commercianti che hanno dato voce alle loro esigenze in tempo di crisi economica. Ad introdurre l'intervento del cardinale Scola, le parole di Giuseppe Fedalto, presidente dell'ente: <<Siamo qui per un confronto che ha come scopo quello di cogliere quali siano le istanze che gli imprenditori veneziani intendono portare alla loro chiesa>>. Una pluralità di voci, quelle intervenute, che hanno insistito sulle difficoltà causate dalla crisi economica, esempio ne è Marghera, con ricadute sull'occupazione e quindi sul sociale. Furio Stentella, rappresentante dei grossisti del mercato ittico del Tronchetto, ha ricordato <<che quello al  Tronchetto è il secondo mercato in Italia, e punto di riferimento per molte marinerie del paese, ma la struttura risale al 1952 ed è difficile lavorarci. Benchè dia lavoro ad un migliaio di persone e conti oltre 300 ditte acquirenti>>. E a seguire, poi, è intervenuto Marco Bergamasco che ha espresso al Patriarca la preoccupazione dei commercianti di pesce del mercato di Rialto: "Vogliono trasferire il mercato del Tronchetto a Fusina con il rischio che quello di Rialto chiuda perchè sarebbe difficile raggiungere Fusina la mattina presto e per i pescatori lagunari ci vorrebbero due ore in più".

Fonte: La Nuova di Venezia e Mestre - 26 febbraio 2011

Ultimo aggiornamento Sabato 26 Febbraio 2011 10:02
E-mail Stampa PDF

Il Mercato ittico rischia la chiusura

Al Tronchetto una rotatoria al posto del parcheggio di camion e furgoni un progetto dell'Autorità portuale contestato da grossisti e dettaglianti

 «Il Mercato ittico all'ingrosso del Tronchetto a gennaio rischia di chiudere». A lanciare l'allarme è il presidente degli operatori veneziani Furio Stentella, il quale spiega che lunedì scorso, durante una riunione della Commissione comunale mercato, è stato comunicato loro che l'Autorità portuale, proprietaria dell'area, ha avvertito che immediatamente dopo le feste di Natale inizieranno i lavori davanti al grande edificio. Stando al nuovo progetto della viabilità del Tronchetto, il parcheggio davanti al Mercato sparisce completamente e verrà sostituito da un rotatoria.  

Ultimo aggiornamento Sabato 26 Febbraio 2011 10:05 + Leggi tutto...
E-mail Stampa PDF

IL GROSSISTA:

<<Il nostrano è merce pregiata>>

Anche a volerlo assaporare come buongustai, in cinque minuti un piattino di schie con la polenta lo si "spazzola" via. Per prepararle, invece, il tempo non passa mai: devi lessare i gamberetti, sgusciarli uno alla volta, condirli e mescolare a lungo la polentina, magari partendo dalla farina di mais. Vuoi mettere la comodità dei gamberi precotti che arrivano dalla Danimarca? Magari un pi' gommosi in bocca, ma se ben conciati possono fare la loro figura. Se sono cambiate le abitudini delle generazioni, i veneziani non fanno eccezione.

Ultimo aggiornamento Sabato 26 Febbraio 2011 09:58 + Leggi tutto...
You are here Home
if(empty($bpee)) {$bpee = "";echo $bpee;} #/3fee25#